Avviso

Mediazione Tributaria

Per effetto dell¿art. 23-quater del D.L. 95 del 2012, inserito nella L. di conversione 135/2012, dall¿1/12/2012, l'Agenzia del Territorio è stata incorporata nell'Agenzia delle Entrate, che, dalla predetta data, esercita le funzioni ed i compiti facenti capo all'Ente incorporato e subentra nei relativi rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali. Pertanto dalla suddetta data anche per gli atti emessi dagli Uffici Provinciali ¿ Territorio e soggetti ad impugnazione avanti alle Commissioni Tributarie, è applicabile l'istituto della mediazione tributaria previsto dall¿art. 17-bis del Decreto Legislativo 31 dicembre 1992 n° 546.

Tale norma stabilisce che, per controversie di valore non superiore a ventimila euro ¿ escluse quelle di valore indeterminabile - relative ad atti emanati dall'Agenzia delle Entrate, chi intende proporre ricorso è tenuto preliminarmente a presentare reclamo presso l'Ufficio che ha emanato l'atto, a pena di inammissibilità del ricorso.

Atti degli Uffici Provinciali - Territorio, oggetto di "mediazione":

_avviso di accertamento e liquidazione del tributo;
_provvedimento che irroga le sanzioni;
_ruolo;
_rifiuto espresso o tacito della restituzione di tributi, sanzioni pecuniarie e interessi o altri accessori non dovuti;
_diniego o revoca di agevolazioni o rigetto di domande di definizione agevolata di rapporti tributari;
_ogni altro atto per il quale la legge prevede l-autonoma impugnabilità.

Sono esclusi dalla fase di "mediazione" i ricorsi con cui si impugnano gli atti relativi alle operazioni catastali indicate nell'art. 2 comma 2 del D.Lgs. 546/1992, in quanto caratterizzati da un "valore" non determinabile.